Marca

Soluzioni Case IH all’avanguardia per l’industria della canna da zucchero alla 5a Conferenza sulle prospettive dello zucchero africano in Kenya

13 mag 2015

La 5a Conferenza sulle prospettive dello zucchero africano è tradizionalmente l’appuntamento più importante per l’industria saccarifera africana / Case IH è stata ancora una volta lo sponsor principale della conferenza e ha presentato la sua gamma completa di soluzioni per la raccolta meccanica della canna da zucchero / La qualità e l’affidabilità in campo delle macchine Case IH sono state testimoniate dall’esperienza di Green Fuel, la prima azienda africana produttrice di etanolo su larga scala

La 5a Conferenza sulle prospettive dello zucchero africano, svoltasi a Nairobi in Kenya dal 28 al 30 aprile, si è confermata come l’evento annuale più importante per l’industria saccarifera africana. Co-patrocinato dallo Sugar Directorate, l’organismo di controllo della produzione saccarifera del Kenya, l’evento ha radunato centinaia di partecipanti e illustri relatori, tra cui funzionari governativi, esperti internazionali, dirigenti e capitani d’industria di Africa, Medio Oriente, Europa, Brasile e Australia. Nel corso della conferenza si è fatto il punto sulle future opportunità del mercato africano dello zucchero, si è discusso delle nuove strategie commerciali e finanziarie e si è parlato delle migliori procedure e delle ultime innovazioni nel campo della produzione saccarifera.
Come pioniere della tecnologia di raccolta della canna da zucchero e leader mondiale per le soluzioni applicabili in questo settore, Case IH si è confermata Gold Sponsor dell’evento per il quinto anno consecutivo. L’azienda, in collaborazione con Toyota TUSHO, suo distributore per l’Africa orientale, ha esposto all’esterno della sala conferenze principale una selezione rappresentativa dei suoi trattori compatti Farmall® e JX, che comprendeva 4 Farmall A da 110 a 140 CV, un Farmall 100 JX e un JX90.
Patrice Loiseleur, Case IH International Agriculture Projects and Corporate Farming Manager, ha partecipato ai lavori della conferenza con una presentazione della gamma completa di soluzioni Case IH per la produzione di canna da zucchero. In particolare, è stato dato spazio ai trattori polivalenti Puma™ CVT, che rappresentano la soluzione ideale per le lavorazioni del suolo e i trasferimenti su strada, e ai vantaggi chiave delle raccoglitrici di canna da zucchero Case IH Austoft® Serie 8000. Loiseleur ha inoltre sottolineato il valore e la qualità del supporto che Case IH e la sua rete di concessionari dedicano ai clienti.
Al termine dei 3 giorni della conferenza, l’azienda ha organizzato un “evento collaterale” speciale a cui hanno partecipato rappresentanti delle aziende clienti e delle grandi aziende agroindustriali che operano nei settori della canna da zucchero e del bioetanolo in Africa e Medio Oriente. Prima di presenziare alla cena offerta dall’azienda, gli ospiti hanno avuto la possibilità di conoscere meglio l’offerta Case IH, con approfondimenti specifici sulle ultime innovazioni, attraverso una visita guidata durante la quale hanno potuto esaminare i modelli in mostra.

Soluzioni al top del mercato per la canna da zucchero e il bioetanolo
La sponsorizzazione di tutte le edizioni della Conferenza sulle prospettive dello zucchero africano testimonia l’incessante impegno di Case IH nei confronti dell’industria della canna da zucchero. Forte degli oltre 50 anni di esperienza maturata nel settore, l’azienda offre le raccoglitrici di canna da zucchero più avanzate e più affidabili del mercato: le Austoft® Serie 8000. Queste raccoglitrici hanno la capacità operativa più elevata del settore e sono la soluzione ideale per assecondare le esigenze sempre più pressanti dei coltivatori in termini di produttività e prestazioni. L’azienda offre anche le raccoglitrici Austoft® Serie 4000, specificamente progettate per gli appezzamenti medio-piccoli o per le grandi piantagioni con interfilari stretti.
L’offerta di Case IH comprende inoltre una gamma completa di macchine per altre operazioni finalizzate alla produzione di canna da zucchero, come i celebri trattori ad alta potenza Steiger®, MagnumTM e PumaTM, le irroratrici semoventi, i sistemi per la lavorazione del suolo e la semina, le presse e altre attrezzature, oltre a una gamma di soluzioni per il precision farming.

Qualità e affidabilità elevate e collaudate sul campo
Green Fuel è un cliente di lunga data di Case IH ed è la prima azienda africana impegnata nella produzione di etanolo su larga scala. L’azienda, che ha sede nello Zimbabwe, produce etanolo anidro da canna da zucchero per fornire al mercato nazionale ed estero una fonte di carburante rinnovabile, efficiente ed ecologica.
“Noi di Green Fuel investiamo nelle tecnologie più moderne per garantire l’utilizzo di pratiche sostenibili nella coltivazione della canna da zucchero e nell’industria che ruota intorno ad essa, che comprende la produzione di etanolo e la generazione di energia elettrica”, afferma Conrad Rautenbach, General Manager di Green Fuel.
Per raccogliere e trasportare circa 4.000 tonnellate di canna da zucchero al giorno, l’azienda si affida a Case IH. Il parco macchine di Green Fuel comprende 10 raccoglitrici di canna da zucchero Austoft® 8000, 20 trattori Magnum™ 310, 4 trattori Puma™ 140 e 20 trattori JX95. “Utilizziamo i Magnum per la raccolta e per le operazioni di livellamento del terreno, mentre i Puma sono ideali nelle operazioni di fertilizzazione e lavorazione del suolo”, aggiunge Rautenbach. I trattori JX vengono impiegati per il trasporto e per altre operazioni generiche in azienda.
“Con queste macchine abbiamo preparato circa 10 mila ettari di nuovi terreni e raccogliamo oltre un milione di tonnellate di canna da zucchero all’anno” sottolinea Rautenbach “Con una sola raccoglitrice Case IH siamo in grado di tagliare circa 1.000 tonnellate al giorno di canna verde”.
La possibilità di avere a disposizione una linea completa di attrezzature specificamente dedicate alla canna da zucchero è stata determinante per Green Fuel nella scelta di Case IH, così come lo è stata la disponibilità di una grande varietà di soluzioni per l’agricoltura convenzionale e il precision farming e una valida assistenza post-vendita. “Ciò che apprezziamo di più sono la qualità e l’affidabilità delle macchine Case IH anche nel difficile ambiente africano in cui operiamo”, conclude Rautenbach.
Con altri prodotti già ordinati per nuovi progetti di sviluppo territoriale, le operazioni in campo di Green Fuel saranno sempre più all’insegna della livrea rossa di Case IH.


Scarica l'archivio Zip Scarica PDF